MUNCH UNO SPETTACOLO DA NON PERDERE
Un nuovo e intenso monologo di Corrado Accordino che vede la collaborazione artistica di Simona Bartolena, importante storica dell'arte e curatrice.

TEATRO LIBERO

7 - 15 aprile

MUNCH

Autoritratto su carne

di e con Corrado Accordino

in collaborazione con Simona Bartolena

assistente alla regia Valentina Paiano

scene e costumi Maria Chiara Vitali

Un urlo, un grido, uno spostamento della realtà dai contorni inafferrabili, un tormento che nasce in noi e si espande sulla vita intorno a noi… questo non è Munch, o meglio, non è solo Munch.

E’ l’intero Novecento che si apre su queste premesse. Dio è morto, le guerre indossano per la prima volta nella storia l’aggettivo Mondiale, Freud ha cominciato a mischiare e confondere le carte, la modernità è sinonimo di grandezza, di volontà, di spinte propositive, ma anche di isolamento, di nuovi paradigmi della paura, di nuovi contorni dell’anima.